Linea rossa metropolitana di Milano

Un altro eroe "per caso", in questo caso ancora senza nome, nella metropolitana di Milano. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di sabato 10 marzo ma è stato reso noto solo successivamente. Un ragazzo di 17 anni, originario dello Sri Lanka, ha cercato di suicidarsi gettandosi sui binari della metropolitana alla stazione Loreto, sulla linea rossa. Un poliziotto fuori servizio, però, ha assistito alla scena e con prontezza è sceso sui binari e ha afferrato il ragazzo, riportandolo in salvo sulla banchina. Il 17enne non ha riportato ferite, ma è stato accompagnato all'ospedale San Carlo in stato di choc: i medici dovranno cercare di capire cosa abbia condotto il giovane a tentare un gesto così estremo come il suicidio. L'eroe che lo ha salvato è un agente dell'Ufficio prevenzione generale della questura, ma il 17enne deve ringraziare anche l'intervento provvidenziale del personale Atm, che ha evitato che il treno arrivasse in stazione.

Un mese fa il salvataggio di un bimbo caduto sui binari

Quasi un mese fa un episodio analogo era avvenuto alla fermata metro Repubblica, sulla linea gialla della metro di Milano. In quell'occasione un bimbo di due anni e mezzo era sfuggito al controllo della madre ed era caduto accidentalmente sui binari. L'intervento provvidenziale di Lorenzo Pianazza, un ragazzo di 18 anni e dell'addetta alla cabina di controllo Atm, la 32enne Claudia Castellano, aveva salvato la vita al bimbo: il 18enne si era calato sui binari senza sapere che, nel frattempo, l'addetta alla stazione avesse disattivato la corrente sui binari impedendo così ai treni di arrivare. I due "angeli custodi" del bimbo, che fortunatamente non ha riportato gravi ferite nelle cadute, sono stati poi ricevuti dal sindaco di Milano, Beppe Sala, a Palazzo Marino.