(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

All'indomani della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne si ricomincia daccapo. A Milano una ragazzina di 17 anni è stata molestata sulla banchina della fermata metro Centrale. L'episodio è accaduto attorno alle 7 del mattino di oggi, lunedì 26 novembre: la giovane stava andando a scuola e, stando al suo racconto, un ragazzo l'avrebbe avvicinata cercando di baciarla. Quando la 17enne si è rifiutata il giovane avrebbe cercato di trascinarla con la forza a bordo di un vagone della metro, chiedendole di andare a casa con lui. La ragazza è riuscita a fuggire mordendo la mano al suo aggressore: poi si è rifugiata all'Atm point che si trova in stazione dove ha segnalato l'accaduto agli addetti dell'Atm. La segnalazione è stata subito girata agli addetti alla sicurezza interna, che sono riusciti a bloccare il giovane: stava cercando di scappare su un treno in partenza.

Il giovane è stata successivamente consegnato ai carabinieri, che hanno proceduto alla sua identificazione e alla formalizzazione delle accuse nei suoi confronti. Dagli accertamenti è risultato essere un ventenne originario dell'Ecuador, con alcuni precedenti penali. Resta da capire se aggressore e vittima si conoscessero: la ragazzina ha detto ai carabinieri di non averlo mai visto, ma pare che avesse accettato una sua richiesta di amicizia su Facebook: una leggerezza che potrebbe aver fornito all'aggressore dei dettagli utili per rintracciarla.