Il boschetto della droga di Rogoredo, a Milano (Archivio)
in foto: Il boschetto della droga di Rogoredo, a Milano (Archivio)

Solo lo scorso 8 gennaio era stato accoltellato alla gola sempre lì, nei pressi del boschetto della droga di Rogoredo, a Milano, durante un violento litigio con un 24enne. Una ferita profondissima alla gola che ha rischiato di farlo morire: a salvarlo era stata un'operazione d'urgenza al Policlinico della città. Ora a distanza di più di due mesi i carabinieri di Milano lo hanno ritrovato all'interno dello stesso boschetto intento a spacciare stupefacenti: il giovane, 19enne di nazionalità marocchina, alla vista dei carabinieri non ha reagito ma nel momento in cui gli sono stati chiesti i documenti ha provato ad aggredire i due carabinieri, in servizio di ronda nella zona. Da qui è nata una breve colluttazione tra i tre terminata poco dopo con il fermo del 19enne: fortunatamente nessuno ha riportato ferite. Il giovane, perquisito dai militari, è stato trovato in possesso di due grammi di cocaina e 430 euro in contanti, presumibilmente proventi della vendita di droga nel boschetto. I carabinieri lo hanno immediatamente arrestato.