Il professor Gianbattista Mannarini vicino agli arcobaleni (Facebook)
in foto: Il professor Gianbattista Mannarini vicino agli arcobaleni (Facebook)

Il professore di un istituto superiore milanese, la scuola Caterina da Siena in viale Lombardia, ha coperto alcune scritte neofasciste che erano apparse sulle scale dell'istituto realizzandovi sopra un arcobaleno. Su Facebook il docente, Gianbattista Mannarini, ha pubblicato le foto del suo intervento artistico accompagnandole con una sola frase: "Questa scuola è antifascista". E il suo messaggio ha raccolto in poco tempo centinaia di reazioni e commenti, tutti positivi. Mannarini insegna storia dell'arte all'Istituto Caterina da Siena. La facciata della scuola è ricoperta di scritte di ogni tipo: ma recentemente sulle scale di ingresso erano apparse frasi che inneggiavano a Forza nuova, movimento di estrema destra. Il professore ha deciso di porvi rimedio a suo modo: armato di bombolette spray e di scotch per realizzare linee dritte ha realizzato sui due muretti accanto alle scale due arcobaleni. Tanti, come scritto, i commenti entusiasti, anche di alunni ed ex alunni dell'istituto: "Bravo Giovanni – ha scritto una ex alunna – Via il lerciume fascista dalla nostra bella e illustre scuola di antifascismo". E un ragazzo ha aggiunto: "La mia scuola è assolutamente antifascista. Grazie prof per proteggerla così".

Il precedente al liceo Severi-Correnti

Non è la prima volta che a Milano i colori dell'arcobaleno vengono usati per ricoprire scritte offensive o discriminatorie: un precedente simile era accaduto alcuni giorni fa al liceo Severi-Correnti. Davanti all'istituto erano apparsa la scritta omofobe: "È inutile che giustificarlo con la biologia i froci non sono naturali". Gli studenti dell'istituto, anziché cancellarla semplicemente, hanno deciso di ricoprirla con un grande arcobaleno. Una risposta colorata e intelligente all'intolleranza e alla discriminazione.