Un parcheggiatore abusivo (Immagine di archivio LaPresse)
in foto: Un parcheggiatore abusivo (Immagine di archivio LaPresse)

Un parcheggiatore abusivo è stato arrestato dalla polizia di Stato a Milano con l'accusa di tentata estorsione. È accaduto nella mattinata di ieri, mercoledì 13 novembre, in viale Marche, una parte della circonvallazione esterna del capoluogo lombardo. La scena che si è svolta non è insolita, nemmeno nel capoluogo lombardo: una donna di 30 anni stava cercando un posto libero per parcheggiare la propria auto e il parcheggiatore, un cittadino marocchino di 48 anni, è entrato in azione. L'uomo le si è avvicinato e le ha indicato un posto libero, chiedendole poi del denaro per il "servizio" offerto. La donna però si è rifiutata di pagare: è scesa dall'auto e si è diretta verso la vicina fermata della metropolitana Marche, sulla linea lilla.

Il parcheggiatore abusivo è stato arrestato per tentata estorsione

A quel punto il parcheggiatore, anziché desistere dalla sua richiesta, ha iniziato a inseguire la donna e l'ha minacciata, dicendole che avrebbe fatto del male a lei e alla sua auto. Sono proprio questo tipo di minacce, a volte solo velate, a convincere molti automobilisti a cedere a quello che è a tutti gli effetti un'estorsione e pagare. La donna però non ha ceduto alle minacce e anzi ha chiamato la polizia, raccontando l'accaduto. Sul posto è intervenuta una pattuglia dell'Ufficio prevenzione generale che ha individuato il parcheggiatore mentre era ancora "al lavoro". Per il 48enne, che a quanto pare "esercitava" da tempo nella zona e ha alle spalle precedenti, sono così scattate le manette per tentata estorsione.