Via Ferrari, il luogo dell’incidente (LaPresse)
in foto: Via Ferrari, il luogo dell’incidente (LaPresse)

Non ce l'ha fatta l'uomo di 64 anni che lunedì mattina a Milano è stato travolto da un pirata della strada. Il 64enne, di origini albanesi, è morto al Policlinico, dov'era ricoverato in coma dal 6 agosto. Lunedì mattina l'uomo stava percorrendo in bicicletta via Ferrari, importante arteria stradale alla periferia sud di Milano: il conducente di una Seat Ibiza di colore grigio lo ha travolto e ha poi proseguito la sua corsa, senza fermarsi a prestare soccorso. Il ciclista era stato trovato a terra da altri automobilisti di passaggio, che avevano allertato i soccorsi. Mentre l'uomo veniva portato in gravissime condizioni al Policlinico erano scattate le indagini della polizia locale di Millano. L'auto del pirata della strada era stata trovata dai vigili in un campo poco distante dal luogo dell'incidente, con il parabrezza sfondato. Il proprietario del mezzo è stato già rintracciato e ascoltato: si tratta di un uomo dell'Est Europa che però non sarebbe l'investitore, ma solo un prestanome a cui sono intestate diverse vetture e che si è mostrato poco collaborativo nelle indagini. E così, a distanza di cinque giorni dall'episodio, il pirata della strada non è ancora stato individuato: nel frattempo la sua posizione si è purtroppo pesantemente aggravata con la morte del 64enne.