Il prossimo 8 ottobre, chi vorrà, potrà competere con altri privati per assicurarsi alcuni degli immobili di proprietà del Comune di Milano che verranno messi all'asta. Come comunicato nel pomeriggio di oggi, martedì 7 luglio, infatti, Palazzo Marino pubblicherà "presto i bandi per la vendita di cinque bendi di proprietà del Demanio". In particolar modo, saranno "un immobile, un fabbricato, due terreni e un box", tra Milano, Peschiera Borromeo e Monza, ad essere messe all'asta, "in lotti separati, che premierà le offerte economicamente più vantaggiose".

All'asta un edificio di corso Vercelli

L'immobile che andrà all'asta è un edificio al civico 22 di corso Vercelli, una delle zone più belle della città. Il palazzo "di inizio secolo scorso" è composto da "tre corpi di fabbrica collegati tra loro", per un totale di 2.870 metri quadri. Per potersi assicurare l'edificio, si partirà da una base d'asta di 10.048.500 euro. Come spiegato dal Comune, al momento "l'immobile è utilizzato dalla ‘Fondazione Giovanni ed Irene Cova' come centro di formazione" che gode di un contratto di locazione in essere che scade nel 2024. Palazzo Marino spiega quindi che "l'attuale conduttore avrà diritto di prelazione sulla maggiore offerta economica ma dovrà partecipare alla gara. In caso non partecipasse alla gara, avrà diritto di proseguire le attività con il contratto d'affitto fino alla data di scadenza".

Bandi anche per un capannone in via Novara e un'area a Monza

All'asta andrà poi anche un "complesso immobiliare composto da un capannone ad uso rimessa e un fabbricato ad uso uffici di via Novara 75″ grande circa 6.000 metri quadri che già la vicina realtà Mare Culturale Urbano aveva adocchiato in tempi non sospetti. Per questa area, il prezzo di partenza è pari a 715.000 euro. Ci sono poi un'area di 1.160 metri quadri in via Buonarroti 153 a Monza, dal valore base di 85.588 euro, un'area di 640 metri quadri a Peschiera Borromeo, la cui base d'asta è fissata a 16.000 euro, e un box in viale Bligny 23/A, a Milano, il cui prezzo parte da 15.000 euro.