"Il merito è solo dei milanesi, sono loro che stanno lanciando l'ambizione di essere una città migliore. Io non c'entro nulla", ha commentato così il sindaco di Milano Beppe Sala il risultato della classifica sulla qualità della vita nelle provincie italiane stilata da Il Sole 24 Ore che ha posizionato al primo posto proprio Milano. Il primo cittadino però ha sottolineato quanto ci sia ancora molto da fare per la città in merito sotto tanti aspetti: "Il tema della sicurezza, ad esempio, è un tema come in tutte le grandi città, grandi e ricche, dove la criminalità si raduna e dove si denuncia molto – ha spiegato Sala – è vero anche che Milano si deve confrontare con le città internazionali e quindi anche per questo abbiamo ancora molto da fare".

Giorgio Armani: "Milano città dinamica e determinata"

Un risultato quello di Milano che è stato commentato non solo da Palazzo Marino ma anche da diversi nomi del mondo universitario o della moda come Giorgio Armani che premia la creatività e il pragmatismo dei milanesi: "È una città dinamica e determinata, sempre rivolta al futuro e in continuo cambiamento", spiega lo stilista. Mentre per l'architetto Stefano Boeri, autore del "Bosco Verticale" e presidente della Triennale, "Milano è una città globale più simile ormai a New York, Shanghai, Parigi o Londra che al resto d'Italia". Mentre Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio Milano, premia i cambiamenti che il capoluogo lombardo ha saputo adottare negli ultimi tempi: "Da Expo in poi i miglioramenti sono visibili, nuove infrastrutture, eventi di successo, nuova skyline. Crediamo che a questo successo abbia contribuito anche il mondo del terziario, imprese che svolgono un ruolo sociale insostituibile", ha concluso.