Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Serata nera per la metropolitana di Milano. Dopo i numerosi guasti tecnici che hanno paralizzato la linea M1 per diverse ore, in serata si è verificato un incidente all'altezza della stazione di Bisceglie. Almeno quattro persone sono rimaste contuse cadendo all'interno dei vagoni a causa di una frenata violenta registrata su un treno della metro rossa.

Brusca frenata della metropolitana a Bisceglie: tre persone contuse

La frenata non è stata causata dal sistema di sicurezza, come accaduto più volte in passato. Sarebbe stato il macchinista, per cause ancora da accertare, a bloccare i convogli in modo brusco. L'episodio è avvenuto alle 20.30 di questa sera. Sul posto ci sono quattro ambulanze e diverse pattuglie della polizia municipale. Quattro donne, di 29, 50, 55 e 67 anni sono rimaste coinvolte nell'incidente. Una persona è stata trasferita in codice giallo all'ospedale San Carlo con traumi a una spalla e a un ginocchio.

I precedenti nell'ultimo anno: a marzo aperta un'inchiesta per lesioni colpose

Le frenate violente sui treni della metropolitana milanese non sono purtroppo un fenomeno inedito. Solo pochi giorni fa, mercoledì 2 ottobre, una brusca frenata all'altezza della banchina di Milano Cadorna ha generato momenti di apprensione tra i passeggeri della linea rossa M1. Due persone sono rimaste ferite: una donna di 61 anni e di un uomo di 44, caduti a terra, sono stati portati in ospedale per lievi contusioni. I ripetuti episodi che si erano verificati a marzo di quest'anno, dovuti a un problema al sistema frenante, avevano spinto la procura di Milano ad aprire un'inchiesta per lesioni colpose. Sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori erano finiti in particolare gli episodi del 4 e del 9 marzo che avevano provocato diverse feriti.