Anche i "ghisa", gli agenti della polizia locale di Milano, scelgono la mobilità sostenibile. Parte oggi, giovedì 25 giugno, un nuovo servizio sperimentale per presidiare percorsi ciclabili, corsie preferenziali e alcune aree pedonali con i monopattini elettrici. Quattro i mezzi che saranno forniti inizialmente al Comando decentrato 1 e otto gli agenti dedicati che, divisi tra turni di mattina e di pomeriggio, a bordo dei monopattini controlleranno la fruibilità dei percorsi, occupandosi in particolare di prevenire e contrastare l'odioso fenomeno delle soste irregolari e che le piste ciclabili "leggere" (cioè quelle semplicemente disegnate con segnaletica orizzontale sull'asfalto, senza cordoli) non vengano utilizzate da automobilisti e altri guidatori come "estensioni" della strada.

Tra i tratti controllati la nuova ciclabile su corso Buenos Aires

Sotto osservazione da parte dei "ghisa in monopattino" ci saranno in particolare l'asse corso Venezia – corso Buenos Aires – viale Monza, dove è stata da poco realizzata una pista ciclabile "leggera" che non ha mancato di suscitare polemiche, i tratti ciclabili che si trovano lungo la Cerchia dei Navigli e le corsie preferenziali tra Fatebenefratelli e De Amicis. Una seconda pattuglia del Nucleo Duomo si occuperà, contemporaneamente, della vigilanza e del controllo dell’asse che si sviluppa tra San Babila, piazza Duomo, piazza Mercanti e il Castello Sforzesco.

Soddisfatta la vice sindaca Scavuzzo: Lo avevamo annunciato, da oggi è realtà

"Lo avevamo annunciato pochi giorni fa, presentando la ripartenza del servizio dei Vigili di Quartiere e da oggi è realtà", ha detto la vice sindaco e assessore alla Sicurezza di Milano Anna Scavuzzo a proposito dei "ghisa" in monopattino -. Partiamo dal Municipio 1, che ben si presta per la sua conformazione ad accogliere questa sperimentazione, già estendendo ad aree e corsie ciclabili in diversi altri Municipi in città".