Completamente ubriaco si aggirava seminudo per le strade di Melegnano, nell'hinterland di Milano, molestando i passanti e danneggiando le auto parcheggiate nella zona. Un uomo di 26 anni, di nazionalità marocchina, è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti.

Aggressione ai carabinieri con una bottiglia rotta

Sono stati i residenti della zona ad avvisare le forze dell'ordine, allarmati dal comportamento dell'uomo, che vagava apparentemente senza meta in preda a una furia immotivata. Sul posto sono arrivati i militari di Melegnano, San Giuliano. Alla vista dei carabinieri il 26enne ha dato in escandescenze. Ha afferrato delle bottiglie rotte, li ha minacciati e si è ferito. Quindi è fuggito ignorando i tentativi di farlo ragionare. A questo punto i militari lo hanno inseguito e bloccato, ammanettandolo, mentre lui cercava ancora di divincolarsi a calci e pugni. Identificato in caserma, è stato portato in carcere.

Inveisce e sfonda i vetri di 19 auto parcheggiate: arrestato

Una ventina di giorni fa, a Milano, un ragazzo di 22 anni è stato arrestato dai carabinieri dopo aver vandalizzato 19 auto in sosta in zona San Siro, a Milano. Il giovane si era scagliato contro le vetture parcheggiate con una grossa pietra in mano, distruggendone vetri e carrozzerie. Anche in quel caso erano stati alcuni residenti a chiamare le forze dell'ordine. Secondo i testimoni l'uomo avrebbe anche inveito contro lo Stato reo di “non comprendere il suo talento”.