Marika Pagano
in foto: Marika Pagano

Marika Pagani, 24 anni, è morta mentre stava facendo un'escursione in montagna. Ieri la ragazza non era rientrata in casa e così i genitori hanno deciso di dare l'allarme al Soccorso Alpino. In serata i soccorritori hanno purtroppo trovato il cadavere della giovane sui monti di Sondalo, Sondrio, a 2400 metri d'altitudine. Il suo cadavere era a valle di un costone, dove la ragazza è finita probabilmente dopo essere scivolata su un sentiero. Per lei, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. I carabinieri della stazione più vicina hanno trasferito il corpo in obitorio, perché la procura di Sondrio ha disposto l'autopsia per la ragazza. Come detto, però, non ci sono dubbi che la giovane sia caduta mentre stava camminando su un sentiero di montagna, forse, questa la causa più probabile, a causa di una fatale distrazione. Forse, allo stesso tempo, potrebbe aver sbagliato il sentiero per tornare a casa e si sarebbe trovata così, improvvisamente, in una zona molto pericolosa e resa ancora più difficile e scivolosa dalla pioggia.

Era diplomata all'Alberghiero e lavorava come commessa

Quando è caduta la ragazza ha fatto un volo di 50 metri ed è finita ai piedi di un costone del Corno di Dombastone. La 24enne, residente a Oga di Valdisotto, era diplomata all'istituto alberghiero e lavorava come commessa in un centro commerciale di Bormio. Era una amante della montagna e spesso percorreva sentieri in alta quota. Marika è uscita di casa giovedì mattina, ma non è mai tornata. In tarda serata gli uomini del Soccorso alpino, nucleo Sagf della Guardia di finanza, hanno ritrovato la salma dopo aver perlustrato a lungo la zona.