Ha picchiato la moglie e il figlio di appena quattro anni. Poi, quando la donna è riuscita a chiamare i carabinieri, il marito e padre violento è scappato di casa. L'ennesimo caso di violenza in famiglia è avvenuto ieri mattina, sabato 2 novembre, in un'abitazione di Viadana, in provincia di Mantova. Protagonista un cittadino indiano: l'uomo, per non meglio accertati motivi, ha picchiato la moglie, una connazionale di 29 anni, e ha poi percosso anche il figlio della coppia, un bambino di soli quattro anni. La donna è riuscita a chiamare i carabinieri e a quel punto il marito violento è uscito di casa, facendo perdere le sue tracce. I carabinieri del Radiomobile della compagnia di Viadana sono intervenuti nell'abitazione in via Carlo Pisacane e hanno soccorso la 29enne e il figlio. I due sono finiti entrambi in ospedale: un'ambulanza inviata dall'Azienda regionale emergenza urgenza li ha trasportati in codice verde all'ospedale di Casalmaggiore. I militari dell'Arma sono adesso impegnati nelle ricerche del marito violento.

Ieri a Milano un'altra terribile storia di violenze in famiglia

Solo ieri un'altra terribile storia di violenze in famiglia era emersa a Milano, in zona Comasina. Un uomo di 44 anni era stato arrestato con le accuse di maltrattamenti, violenza, lesioni e atti sessuali verso minori. Dalle indagini era emerso che l'uomo avrebbe picchiato ripetutamente la compagna, una donna di 41 anni, e abusato sessualmente della figlia della donna, una ragazzina che all'epoca dei fatti aveva solo 12 anni. LA stessa ragazzina ha riferito anche di violenze fisiche e psicologiche dell'uomo nei confronti dei suoi fratelli, di appena quattro e due anni.