La mattina del 13 dicembre era stata investita e schiacciata da un furgone mentre attraversava la strada vicino a casa a Manerbio, in provincia di Brescia. È morta dopo un mese di agonia in ospedale Giulietta Girelli, 78 anni. Troppo gravi le ferite riportate nell'incidente. La notizia del decesso della donna è stata riportata dal Giornale di Brescia. È prevista per oggi l'autopsia che potrebbe fornire elementi utili per chiarire le cause del decesso.

L'incidente a Manerbio

L'incidente stradale è avvenuto attorno alle 8.50 del 13 dicembre. Stando a quanto emerso dalle indagini e dalle testimonianze delle persone presenti, pare che il furgone stesse procedendo in retromarcia e che il conducente non abbia visto la donna che attraversava la strada alle sue spalle. La donna investita era rimasta incastrata sotto il mezzo.

L'intervento dei soccorritori e il ricovero

L'intervento dei soccorsi era stato immediato. Vista la gravità della situazione era stato allertato un mezzo dell'elisoccorso di Verona, che però non era potuto decollare a causa delle avverse condizioni meteo. Per liberare la 78enne dalle lamiere è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di Verolanuova. Quindi l'anziana è stata trasportata in ambulanza in codice rosso alla Poliambulanza di Brescia, dove è rimasta ricoverata in condizioni gravissime per oltre un mese. Inutili i tentativi dei medici di salvarla.