Un caso di molestie sessuali sulla metro di Milano. Vittima una donna di 46 anni, palpeggiata da un uomo davanti al figlio minorenne su un vagone della metro rossa, la M1. L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio tra le stazioni di Villa San Giovanni e Loreto. Il molestatore è un uomo italiano di 50 anni, che era stato arrestato più volte negli scorsi mesi sempre con la stessa accusa: molestie sessuali. Un maniaco, dunque, che ieri pomeriggio è tornato a colpire. L'uomo è salito sulla metro a Villa San Giovanni in direzione centro. I poliziotti lo hanno notato mentre l'uomo, nonostante diversi posti liberi, vagava per i vagoni evidentemente alla ricerca della sua vittima. Quando l'ha individuata si è seduto vicino a lei e, con la mano nascosta da un impermeabile, ha iniziato a palpeggiarla.

Il maniaco sessuale ha diversi precedenti

La donna era seduta accanto al figlio di 11 anni: dapprima ha creduto si trattasse di un borseggiatore, poi spaventata si è alzata ed è uscita all'altezza delal fermata Loreto, dando l'allarme. Il molestatore ha cercato di fuggire ma è stato bloccato dagli agenti in borghese della Polmetro. Dai controlli è emerso che l'uomo, un disoccupato, era già stato arrestato in precedenza per aver molestato altre ragazze sulla metro. In questo caso l'uomo è stato portatpo in carcere a San Vittore con l'accusa di violenza sessuale: resterà in carcere in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto.