(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

Vento, grandine e pioggia torrenziale. Una violenta ondata di maltempo si è abbattuta sulla Valtellina costringendo i vigili del fuoco a una notte di straordinari. La forza del vento ha abbattuto alberi e sradicato cartelloni pubblicitari. L'area più colpita, dove si è registrata una grandinata di forte intensità, è stata quella di Morbegno (Sondrio). Situazione difficile anche a Piantedo, all'imbocco della Valtellina, e Civo sulle Alpi Retiche.

Maltempo in Valtellina, alberi sradicati dal vento e cartelloni pubblicitari abbattuti

Il momento di massima pressione del maltempo è stato tra le 20 e 30 e le 23 di ieri, martedì 20 agosto. I vigili del fuoco del distaccamento di Morbegno, supportati dai volontari di Talamona, hanno dovuto operare sino a notte fonda per le continue chiamate al centralino. I vigili del fuoco del comando provinciale di Sondrio sono intervenuti anche nel capoluogo per l'allagamento del nuovo sottopasso di via Nani.

Valfurva, un masso enorme si stacca dal Ruinon e rotola sulla provinciale

Dopo prima delle 7 di ieri mattina, sempre in Valtellina, le forti piogge hanno provocato il distacco di enormi massi dalla frana del Ruinon, nel territorio di Valfurva. La frana ha travolto la provinciale 29 tra Sant’Antonio e Santa Caterina Valfurva, già chiusa per precauzione. Non ci sono persone ferite, ma la zona è rimasta semi isolata e c'è preoccupazione per possibili nuovi distacchi dal mega-dissesto che da anni è sotto osservazione. Ieri il grosso masso di 90 metri cubi rotolato sulla carreggiata avrebbe potuto fare una strage se la circolazione non fosse già stata interrotta.