Il Ticino esondato al Borgo basso di Pavia (Foto: assessore Pietro Trivi)
in foto: Il Ticino esondato al Borgo basso di Pavia (Foto: assessore Pietro Trivi)

Il fiume Ticino è esondato a Pavia, nel rione del Borgo Basso. L'acqua ha raggiunto il livello delle case nel corso della notte: anche questa mattina, come documentato dall'assessore alla Sicurezza e alla polizia locale di Pavia Pietro Trivi, via Milazzo si è svegliata sotto l'acqua del fiume. I volontari della Protezione civile e gli addetti del Comune hanno aiutato i residenti della zona che questa mattina dovevano uscire di casa, mentre in piazzale Ghinaglia è stato attivato un presidio con vigili del fuoco, protezione civile e 118.

Si teme per l'ondata di piena del Po

I livelli del fiume erano monitorati da giorni: nella notte era stata diramata l'allerta rossa per il Ticino, ma si teme anche per il fiume Po. Al Ponte della Becca, punto a sud di Pavia dove il Ticino e il Po si uniscono, il livello del fiume continua a salire e alle 8 di questa mattina ha raggiunto i 5,85 metri sopra lo zero, superando nella notte la soglia di allarme rosso che è fissata a 5,50 metri. Nelle aree golenali il Po è già esondato, mentre temono gli abitanti della frazione Vaccarizza di Linarolo, centro abitato più vicino al fiume. L'ondata di piena è attesa per la serata di oggi, lunedì 25 novembre: si spera che, dal momento che non piove più, nelle ore successive il livello dei fiumi si possa abbassare.