Maltempo a Milano
in foto: Maltempo a Milano

Il maltempo su Milano e la Lombardia è in peggioramento e la protezione civile ha comunicato il passaggio ad allerta meteo regionale arancione, dopo avere comunicato in precedenza un'allerta gialla.

Maltempo, allerta meteo arancione a Milano: rischio forti temporali e vento

A Milano resta attivo il centro operativo comunale per il peggioramento della perturbazione di passaggio su Prealpi e pianura nord occidentale. Sono previsti  intensi temporali e forte vento in intensificazione in serata e soprattutto nella notte con accumuli di acqua tra i 60 e 90 millimetri in dodici ore. L'allerta resta attiva fino al tardo pomeriggio di domani, lunedì 21 ottobre, quando potrebbe esserci una seconda ondata di intensificazione delle precipitazioni.

Osservati speciali i fiumi Seveso e Lambro

Con l’allerta meteo parte anche il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di Protezione civile e delle pattuglie della polizia locale. Anche la squadra del servizio idrico Mm sarà pronta a intervenire in caso di necessità.

A rischio il nodo idraulico del capoluogo e le aree alpine

L'allerta arancione riguarda soprattutto il nodo idraulico di Milano, Lario e Prealpi occidentali e Orobie bergamasche ma anche Valchiavenna, medio-bassa Valtellina e Prealpi varesine. "Sulla Lombardia dal tardo pomeriggio di oggi e fino al primo mattino di domani, lunedì 21 ottobre – avverte la protezione civile – piogge in graduale intensificazione ed estensione verso est a buona parte della regione, anche se più insistenti su nordovest e Prealpi Orobie".

Nella giornata del 21 ottobre, "dopo una possibile irregolare attenuazione dei fenomeni, nuova fase intensa dalla tarda mattina-primo pomeriggio, con interessamento dei settori centro-occidentali, anche di pianura, in esaurimento verso sera". Dalla serata fino alla successiva notte "piogge insistenti sul nordovest ed alta pianura occidentale, altrove assenti o deboli residue; nella mattina di martedì 22 ottobre graduale esaurimento delle precipitazioni anche sul nordovest".