Seveso esondato (Foto da Comitato stop esonda Seveso via Facebook)
in foto: Seveso esondato (Foto da Comitato stop esonda Seveso via Facebook)

Il maltempo e i forti temporali della notte hanno causato l'esondazione del fiume Seveso a Milano. Il fenomeno, che si verifica ormai da decenni in corrispondenza di intense precipitazioni, è durato circa un'ora e quarto, dalle 6 del mattino alle 7.30. Alcune strade del quartiere Niguarda, il più esposto alle conseguenze delle esondazioni del Seveso, sono state completamente allagate: chiusi i sottopassi di Astesani, Comasina e Negrotto. Sul posto sono intervenuti uomini e mezzi dell'Amsa, di Mm e della polizia locale di Milano. Nel giro di circa un'ora e un quarto, come ha comunicato l'assessore alla Mobilità Marco Granelli su Facebook, l'esondazione è rientrata. Poco dopo le 8 la polizia locale, che continua a presidiare incroci e strade del quartiere Niguarda, ha iniziato a riaprire progressivamente alcuni sottopassi e anche le strade che erano state allagate.

Continua fino a mezzanotte l'allerta meteo

Le previsioni meteo non lasciano tranquilli: fino a mezzanotte è infatti attiva l'allerta meteo di codice giallo che era stata diramata dalla protezione civile regionale. L'avviso di criticità gialla (rischio ordinario) riguardava la possibilità di forti temporali sul nodo idraulico di Milano e aveva spinto il Comune ad avviare il monitoraggio dei due fiumi Seveso e Lambro, proprio in previsione di una possibile esondazione. Gli interventi di pulizia delle strade, condotti anche attraverso le idrovore, continueranno anche nella giornata di domani, lunedì 9 settembre.