Il sindaco Beppe Sala e Mahmood (LaPresse)
in foto: Il sindaco Beppe Sala e Mahmood (LaPresse)

Il vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo, Mahmood, ha incontrato il sindaco di Milano Beppe Sala sul palco di un locale in zona Navigli, il Rocket. "Milano good vibes", questo era il nome dell'incontro aperto al pubblico: è anche il titolo di una delle canzoni di Alessandro Mahmoud (questo il vero nome del 26enne), nato e cresciuto al Gratosoglio, periferia Sud di Milano, da madre sarda e papà egiziano. Proprio il tema delle "buone vibrazioni" e degli stimoli artistici è stato uno dei tanti affrontato nel corso della serata che ha registrato, come si direbbe in campo musicale, il "sold out". Beppe Sala, nelle insolite vesti di intervistatore (ma non è la prima volta, lo aveva già fatto lo scorso novembre con Marracash) ha chiesto a Mahmood di raccontare quali vibrazioni gli restituisca la città: "Venendo da Milano Sud, Gratosoglio, riconosco in Milano un potenziale altissimo di ispirazione – ha detto il cantante – Devo dire che ho scritto qui quasi tutte le mie canzoni, per cui Milano per quanto riguarda le vibes me he ha date parecchie fin da subito".

Mahmood, l'elogio a Napoli: C'è una vibe artistica positiva

Mahmood, che in precedenza aveva anche parlato di come i suoi gusti musicali siano nati dalla commistione di più generi, (dai cantautori italiani che gli faceva ascoltare la madre alle cantanti arabe che gli faceva sentire il padre) è però andato oltre l'importanza (e la centralità) di Milano a livello artistico, facendo un elogio anche a Napoli: "Ti posso dire che sono andato a Napoli e ho sentito che c'è una vibe artistica positiva. Forse noi che siamo a Milano tendiamo a pensare che la maggior parte dell'arte venga tutta da Milano, ma in realtà per me viene anche dal resto d'Italia – ha detto il 26enne – Solo che poi magari vengono qui perché ci sono i mezzi, però in realtà l'ispirazione viene anche da altre regioni". Sono stati diversi i temi trattati nel corso della serata: il rapporto tra i giovani e la politica, il cambiamento climatico (si era alla vigilia dello sciopero globale sul clima che si è tenuto oggi in centinaia di città italiane), le migrazioni. E alla fine c'è stato spazio anche per un'esibizione a cappella del cantante, che dal palco ha intonato la sua hit "Soldi", il brano vincitore del Festival di Sanremo, accompagnato a ritmo dagli applausi del sindaco e del pubblico che ha affollato il Rocket.