Tutta Luino, cittadina in provincia di Varese che si affaccia sul lago Maggiore, è in ansia per Lorenzo, il ragazzo di 18 anni che nella notte tra sabato e domenica è caduto dal balcone di un hotel mentre si trovava in vacanza con alcuni amici e compagni di scuola in Val di Fassa, in Trentino. Non si trattava di una gita scolastica, come ha precisato ieri la dirigente scolastica della scuola frequentata da Lorenzo con una nota: era una vacanza di gruppo sulla neve e il liceo scientifico "Sereni" "non è l’organizzatore del viaggio e non ne è in alcun modo coinvolto". Al di là delle precisazioni sulla natura del viaggio, a quanto pare una sorta di settimana bianca che viene organizzata da molti anni da una comitiva mista di adulti e ragazzi, ciò che conta al momento è lo stato di salute del giovane rimasto ferito. Lorenzo resta ricoverato in prognosi riservata all'ospedale San Chiara di Trento, anche se non sarebbe in pericolo di vita: le sue condizioni restano però gravi.

I messaggi dei compagni di squadra e della scuola

A Luino tutti attendono con ansia di poterlo riabbracciare: dai compagni di scuola a quelli della sua squadra di basket. Lorenzo milita infatti nella formazione Under 18 della società Pallacanestro Verbano e Minibasket Luino e proprio sul profilo Facebook della squadra è apparso un messaggio rivolto al ragazzo: "Sono ore di attesa, tratteniamo il fiato aspettando notizie positive dalla Val di Fassa. Tutta la società ed i suoi tesserati, a partire dai coaches Spertini e Bonino e dai suoi compagni della U18PVL, sono vicini al nostro Lorenzo ed alla sua famiglia. Forza Lorenzo, ti aspettiamo in palestra!". Un messaggio di vicinanza al ragazzo e alla sua famiglia è comparso anche sul sito della sua scuola: "Il Liceo Sereni è vicino allo studente ed alla sua famiglia in questo delicato momento e gli augura una pronta guarigione". Stando a quanto ricostruito al momento dai carabinieri di Cavalese, in Trentino, il ragazzo sarebbe precipitato da circa sette metri d'altezza nel tentativo di calarsi giù dal balcone al terzo piano dell'hotel Dolomiti di Vigo di Fassa, in provincia di Trento. Lorenzo avrebbe fatto tutto da solo: si sarebbe trattato di un incidente.