Stava scappando dai carabinieri il 34enne che ha subito l'amputazione del piede dopo essere stato travolto da un treno dell'alta velocità. La dinamica è stata ricostruita nel pomeriggio mentre l'episodio è avvenuto a san Zenone a Lambro (Lodi) dopo le ore 15 di domenica 30 dicembre. La dinamica dell'incidente è questa: i carabinieri si sono avvicinati ad un gruppo di persone nel parcheggio della stazione per dei controlli. Ad un certo punto il 34enne è scappato, cercando la fuga lungo la linea ferroviaria in località Ceregallo, quando è stato preso in pieno da un treno in corsa.

L'impatto non ha ucciso l'uomo ma gli ha reciso un piede. I carabinieri che lo stavano inseguendo l'hanno soccorso tamponando l'emorragia e salvando, di fatto, la vita all'uomo che avrebbe subito anche altri traumi in seguito all'impatto col convoglio. Secondo quanto si apprende, l'uomo aveva una piccola quantità di droga con sé. Il ferito è stato trasportato all'ospedale Humanitas di Rozzano (Milano).

L'investimento ha ovviamente causato ritardi alla circolazione ferroviaria sia locale che dell'alta velocità. Pochi giorni fa ad Arluno un uomo ha perso un braccio dopo essere stato urtato da un treno: incredibilmente però si è allontanato dal luogo dell’incidente in sella alla sua bici.