Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo di 47 anni, originario dello Sri Lanka, è in fin di vita dopo essere stato accoltellato al culmine di una lite. È successo sabato notte in un appartamento di Cinisello Balsamo, nell'hinterland di Milano. A colpire all'addome il 47enne, non è ancora chiaro con quanti fendenti, è stato un connazionale dell'uomo di 37 anni. L'aggressore, bloccato dai carabinieri subito dopo i fatti, è accusato adesso di tentato omicidio. La vicenda è stata ricostruita dai militari dell'Arma: i due srilankesi avrebbero litigato tra loro per futili motivi e al culmine della lite il più giovane avrebbe colpito più volte all'addome con un coltello il 47enne. Il ferito è stato soccorso e trasportato d'urgenza all'ospedale Bassini di Cinisello, dove i medici lo hanno operato per cercare di salvargli la vita. Le sue condizioni restano però gravissime e la prognosi per il 47enne resta riservata.

Il precedente: la lite in un appartamento a Monza finita in tragedia

L'episodio di sabato notte a Cinisello ricorda quanto avvenuto la scorsa settimana a Monza. Anche in quella circostanza una lite tra due coinquilini di un appartamento in via Calatafimi è degenerata: uno dei due aveva accusato l'altro di avergli sottratto il portafogli e per questo motivo lo ha accoltellato con un coltello da cucina. La violenta aggressione è avvenuta davanti agli occhi di un terzo inquilino che ha dato l'allarme, avvertendo le forze dell'ordine. Il responsabile dell'aggressione, un egiziano di 29 anni, è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio aggravato: purtroppo però l'accusa si è trasformata in omicidio aggravato perché il ferito, un 28enne anche lui egiziano, è morto nella notte tra mercoledì e giovedì nell'ospedale San Gerardo di Monza, dove era stato ricoverato in condizioni disperate.