Un uomo di 48 anni è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale San Gerardo di Monza, dopo essere stato accoltellato sotto a un ascella da un coetaneo. Il violento episodio è avvenuto ieri mattina a Lissone, in provincia di Monza e Brianza, nel centro sociale Botticelli che si trova nell'omonima via. Si tratta di una struttura presente ormai da decenni e che accoglie persone in difficoltà, dando loro un tetto sotto cui dormire. La vittima e il suo aggressore, entrambi italiani e pregiudicati, sono tutti e due ospiti del centro: tra i due a quanto pare già in passato c'erano stati screzi e anche violente liti, tutte probabilmente dovute a motivi futili legati alla convivenza sotto lo stesso tetto. Lunedì mattina l'ennesima lite è degenerata: prima i due contendenti si sono affrontati a mani nude, poi l'aggressore è tornato armato con un taglierino e ha colpito il 48enne sotto l'ascella.

L'aggressore è stato fermato per tentato omicidio

A quel punto l'aggressore è scappato in bicicletta mentre la vittima, sanguinante, è stata soccorsa da un'ambulanza del 112 allertata da alcuni testimoni. Il ferito è stato trasportato all'ospedale San Gerardo, prima in codice giallo e poi rosso: la gravità della ferita ha spinto i medici ad operarlo e a riservarsi la prognosi. I carabinieri nel frattempo si sono messi alla ricerca dell'aggressore: lo hanno individuato alcune ore dopo in un parco dove hanno trovato anche l'arma bianca usata per colpire il coetaneo. Per il 48enne è scattato il fermo con l'accusa di tentato omicidio.