Giuseppe Biesuz (LaPresse)
in foto: Giuseppe Biesuz (LaPresse)

Stava cercando di imbarcarsi su un volo per Londra nonostante una condanna definitiva per truffa, false attestazioni e bancarotta fraudolenta. Giuseppe Biesuz, ex amministratore delegato di Trenord, la partecipata della Regione Lombardia che gestisce il servizio di trasporto ferroviario regionale, è stato arrestato dalla polizia all'aeroporto di Milano Linate. L'arresto è avvenuto attorno alle 13.30 al controllo passaporti: in quella circostanza sono emersi i problemi legati al documento del manager e per lui si sono aperte le porte del carcere.

La condanna risale allo scorso luglio ed è diventata definitiva

Nel 2012 Biesuz, che dal 2008 fino proprio al 2012 è stato al vertice di Trenord, era stato arrestato per un buco in una sua ex società e con le accuse di aver falsificato il suo curriculum, aggiungendo una laurea mai ottenuta proprio per poter dirigere Trenord (risultata estranea alla vicenda). A luglio dello scorso anno il 57enne è stato condannato in appello a quattro anni e nove mesi di reclusione per truffa, bancarotta fraudolenta e false attestazioni. La condanna è divenuta definitiva e il manager risultava a quanto pare ricercato: non si sa se Biesuz stesse andando a Londra per cercare di eludere la giustizia italiana. Fatto sta che, anche grazie alla collaborazione dei carabinieri del Nucleo investigativo di Milano, Biesuz è stato bloccato prima di poter lasciare l'Italia e volare nel Regno Unito.