L’assessore Alessandro Mattinzoli (Facebook)
in foto: L’assessore Alessandro Mattinzoli (Facebook)

L'assessore lombardo Alessandro Mattinzoli è uscito dalla terapia intensiva dopo una lunga lotta contro i sintomi del coronavirus. Lo ha comunicato il governatore Attilio Fontana con un messaggio sui suoi canali social: "Alessandro, hai tenuto duro, la fase 2 di questa emergenza, il rilancio economico della nostra splendida Lombardia, ha bisogno di te".

Lombardia, assessore Mattinzoli è uscito dalla terapia intensiva

L'assessore regionale allo Sviluppo Economico, esponente di Forza Italia ed ex sindaco di Sirmione, era risultato positivo al tampone il 3 marzo ed era stato ricoverato agli Spedali Civili di Brescia con la febbre alta. Da alcuni giorni è uscito dalla terapia intensiva e dovrà affrontare un periodo di riabilitazione in isolamento prima di poter tornare al lavoro. Le sue condizioni, come ha sottolineato lo stesso Fontana, sono state molto serie, "vicino al massimo livello di gravità". Mattinzoli ha rivolto un appello a tutta la popolazione: "State attenti, davvero, ragazzi, state a casa, prendete tutte le precauzioni possibili".

"È stato come essere travolto da due tir"

"Questa esperienza mi ha arricchito di convinzioni nuove: più attenzione all'ambiente a partire da quello umano", ha raccontato Mattinzoli, 60 anni, in un'intervista al Corriere della Sera. "È stato come essere travolto da due Tir – ha raccontato – il secondo dovuto a un peso emotivo che si somma a quello fisico". La riflessione dell'assessore: "Dobbiamo pensare a un modello che faccia pace con il pianeta e basato sulla ridistribuzione". Poi una frecciata al premier: "Dal mio letto di ospedale mi sono indignato per un presidente del Consiglio che non si è degnato di una sola visita in Lombardia".