È ricoverato in rianimazione dopo un intervento chirurgico durato sei ore lo chef bergamasco Giancarlo Morelli, rimasto coinvolto e gravemente ferito in un incidente mentre sciava sulle piste della Val badia, in Alto Adige.

Incidente sugli sci: in rianimazione lo chef Giancarlo Morelli

Venerdì scorso Morelli ha perso il controllo degli sci ed è uscito di pista. Nella violenta caduta ha riportato una commozione cerebrale e fratture multiple a una gamba. Per soccorrerlo è arrivato un'eliambulanza del 118 che lo ha trasportato all'ospedale di Bolzano.

Il messaggio: È spezzettato ma in rapida ripresa

"Giancarlo ci chiede di rassicurare tutti i suoi amici che nonostante l’incidente sugli sci, è un po’ spezzettato ma sta bene e in rapida ripresa. Abbiate pazienza ancora qualche giorno perché non può scrivere ne rispondere al telefono. Un caro abbraccio a tutti e vi terremo informati sulla sua pronta guarigione", è il messaggio pubblicato dalla sua famiglia attraverso l'account Instagram dello chef.

Chi è lo chef Giancarlo Morelli

Morelli vanta una stella Michelin, sei ristoranti e numerosi riconoscimenti nell’alta cucina mondiale. Originario della campagna bergamasca, nato da una famiglia di fattori, fin da giovane si è distinto per il suo talento in cucina. Diplomato come miglior alunno all’Alberghiero di San Pellegrino Terme, a diciottenne anni si è imbarcato come junior chef sui transatlantici. Al ritorno in Europa ha perfezionato la sua cucina seguendo la scuola francese, con maestri come Bernard Loiseau e Alain Ducasse.  Nel 1993 apre a Seregno, in Brianza, il suo primo ristorante, Pomiroeu, insignito nel 2009 della stella Michelin.