23 CONDIVISIONI

Incendio nel deposito di rifiuti a Bruzzano, quartiere invaso dal fumo. Il Comune: “Nessun pericolo”

Il quartiere di Bruzzano, a nord di Milano, continua a essere invaso dal fumo bianco, dovuto alle ultime operazioni di raffreddamento dopo l’incendio nel deposito di rifiuti in via Senigallia. Dal Comune comunicano che i fumi potranno perdurare per altre 15 ore, ma che dalle analisi effettuate non risultano esserci rischi per la salute dei cittadini.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Francesco Loiacono
23 CONDIVISIONI
Immagine

L'incendio alla Eco.Nova srl, il deposito di rifiuti andato a fuoco ieri notte a Bruzzano, periferia nord di Milano, è stato spento in mattinata, dopo un lungo e faticoso lavoro dei vigili del fuoco. Ma il quartiere che si trova alle spalle di via Sinigaglia, dove si trovano ormai i resti dell'azienda di stoccaggio e smaltimento rifiuti, continua anche nel primo pomeriggio a essere invaso da una nube di fumo denso e bianco. Si tratta, come ha spiegato il comandante dei vigili del fuoco di Milano, Gaetano Vallefuoco, del risultato delle operazioni di raffreddamento che perdurano ancora adesso sulle parti del deposito ancora incandescenti e su eventuali piccoli focolai: "Non c'è stato pericolo immediato per la popolazione e all'interno non è bruciato materiale tossico", ha poi detto Vallefuoco.

Nel quartiere, i pochi passanti che si avventurano per strada sembrano comunque scettici: "Nessuno chiude le strade, nessuno spiega cosa fare, abbiamo chiuso le finestre e stop", ha detto un residente. In mattinata un asilo che si trova vicino alla Eco.Nova è rimasto chiuso su ordine del Comune, come ha comunicato su Twitter l'assessore all'Educazione e vicesindaco Anna Scavuzzo.

Il Comune: Nessun pericolo per la salute pubblica

A rassicurare ulteriormente i cittadini anche il Comune. Dopo un incontro che si è tenuto nel pomeriggio a Palazzo Marino tra i tecnici del settore Ambiente di Città metropolitana, Regione Lombardia e Comune di Milano, Ats, Arpa, Vigili del fuoco, al quale hanno partecipato anche i comuni di Novate, Cormano, Bresso e Cinisello Balsamo e il Municipio 9, dal Comune hanno inviato una nota in cui si spiega che "non risultano situazioni pericolose per la salute pubblica a seguito dell'incendio divampato ieri in un impianto di stoccaggio di rifiuti urbani speciali non pericolosi di Bruzzano".

I fumi dureranno per altre 15 ore: si consiglia di tenere chiuse le finestre

"Vigili del fuoco, Arpa e Ats hanno analizzato la composizione del fumo nero e denso che fin da ieri sera si è diffuso da Bruzzano verso tutta la città e i comuni confinanti e non risultano esservi attualmente microinquinanti in concentrazioni significative e tali da creare effetti nocivi per la salute, tuttavia le analisi e i monitoraggi continueranno nelle prossime ore e nei prossimi giorni per verificare l'evoluzione della situazione – prosegue la nota di Palazzo Marino – Le fiamme sono state ormai domate dai Vigili del fuoco e l'incendio è in fase di spegnimento, ma bisognerà attendere ancora una quindicina di ore prima che cessino completamente la combustione e la produzione di fumi all'interno dell'impianto di stoccaggio che operava a seguito delle autorizzazioni rilasciate dalla Regione e dalla Città Metropolitana".

Da Palazzo Marino poi si precisa come, nonostante non siano state disposte evacuazioni, ai residenti della zona è consigliato evitare di esporsi ai fumi, evitare di svolgere attività all'aria aperta in prossimità del deposito andato a fuoco e tenere chiuse le finestre. Continuano comunque le attività di presidio e di monitoraggio condotte da Comune, Regione, Città Metropolitana, Arpa, Ats e Vigili del fuoco.

23 CONDIVISIONI
Incendio a Novate Milanese, colonna di fumo visibile dalla città: il rogo dentro una fabbrica
Incendio a Novate Milanese, colonna di fumo visibile dalla città: il rogo dentro una fabbrica
Scoppia un incendio in un palazzo di 16 piani a Milano: un fumo denso invade le scale
Scoppia un incendio in un palazzo di 16 piani a Milano: un fumo denso invade le scale
L'Autonomia Differenziata passa in Senato, ira di De Luca: "Stanno uccidendo il Sud":
L'Autonomia Differenziata passa in Senato, ira di De Luca: "Stanno uccidendo il Sud":
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni