Diramato il bollettino dell'emergenza Coronavirus in Lombardia di oggi, giovedì 28 maggio. Nella regione più colpita dall'epidemia salgono a 88.183 i casi confermati di contagio, con aumento di 382 rispetto a ieri, a fronte di 15.507 nuovi tamponi processati. Gli attualmente positivi sono 22.913 (meno 1.124).

Il bollettino di oggi, giovedì 28 maggio

Tornano a calare i pazienti ricoverati in ospedale, che sono ora 3.470, contro i 3.626 di ieri (meno 156). Diminuiscono anche i letti occupati in terapia intensiva che sono 173 (meno 2). I guariti salgono di 1.486 in un giorno, arrivando a 49.296. Aumenta ancora anche il numero dei decessi, con 20 nuovi morti registrati in 24 ore, portando il totale a 15.974. Il numero dei tamponi effettuati in Lombardia è arrivato a 713.068.

I contagi nelle province lombarde

La provincia più colpita della Lombardia resta quella di Milano, dove sono arrivati a 22.908 i casi accertati (+76), di cui 9.718 in città (+39). In provincia di Bergamo i contagi sono 13.244 (+69), mentre a Brescia sono 14.612 (+90). A Cremona i casi sono arrivati a 6.429 (+13), a Pavia 5.261 (+9), a Mantova 3.330 (+2), a Varese 3.549 (+12), a Como 3.823 (+31), a Lodi 3.447 (+13), a Sondrio 1.454 (+23), a Monza Brianza 5.480 (+14), e a Lecco 2.729 (+5).

Fontana fiducioso: Dal 3 giugno i lombardi potranno circolare ovunque

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in vista della decisione del governo centrale di Roma circa la riapertura delle regioni e la relativa circolazione ha dichiarato di essere "confidente sul provvedimento che verrà emanato dal governo e convinto che i lombardi saranno liberi di circolare in tutta Italia", dopo aver analizzato i dati inviati all'Istituto Superiore di Sanità, giudicandoli come "estremamente positivi".