Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo di 45 anni è morto improvvisamente nella sua abitazione alla periferia di Milano dopo essere stato colpito da una semplice febbre. L'episodio è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì in una casa nella zona Sud del capoluogo lombardo. La vittima, prima di contrarre quella che sembrava una banale influenza, era in ottimo stato di salute. Per curarsi dalla febbre, che a quanto pare lo aveva costretto a letto da giorni, aveva assunto solo dei farmaci antipiretici. La scorsa notte il dramma: attorno alle due la compagna del 45enne ha chiamato il 112 spiegando che l'uomo aveva perso conoscenza. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 e la polizia. Per il compagno purtroppo non c'era più niente da fare: l'uomo era in arresto cardiocircolatorio e non è stato possibile rianimarlo. Ma il decesso, sospetto per la repentinità e le modalità in cui è avvenuto, non sarà subito archiviato come morte naturale. Il magistrato di turno ha infatti disposto l'autopsia sulla salma del 45enne che servirà a chiarire gli esatti motivi della morte del 45enne.