Foto La Presse
in foto: Foto La Presse

Paura nella mattinata di venerdì 23 agosto a Castelvaccana, sulla sponda lombarda del lago Maggiore, per un ragazzo di 15 anni. Il giovane si era recato nel paese del Varesotto per immergersi assieme ai genitori nelle acque del lago: una volta tornato in superficie si è però sentito male, forse a causa della risalita avvenuta in tempi troppo rapidi. L'Azienda regionale emergenza urgenza, che ha ricevuto la segnalazione attorno alle 10.30, ha inviato sul posto un'ambulanza e un elicottero in codice rosso. Le condizioni del ragazzo hanno spinto i soccorritori a decidere per il suo trasporto d'urgenza con l'elicottero all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove il giovane subacqueo è giunto attorno a mezzogiorno. In ospedale il ragazzo è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione: le sue condizioni sono serie anche se il giovane non è fortunatamente in pericolo di vita.

Forse il ragazzo è risalito troppo in fretta in superficie

Resta lo spavento per i genitori del ragazzo che avevano organizzato insieme a lui l'immersione nelle acque del lago. Non è ancora chiaro cosa abbia provocato il malore: il giovane sub una volta a terra avrebbe iniziato ad avvertire problemi di respirazione e capogiri. È naturalmente possibile che il ragazzo sia tornato in superficie troppo velocemente, uno degli errori che chi effettua immersioni deve evitare assolutamente per non incorrere in gravi patologie da decompressione come l'embolia gassosa.