Per due giorni Milano ritorna (dopo l'Expo) la capitale dell'alimentazione e della nutrizione. La Fondazione Barilla organizza dal 27 al 28 novembre la nona edizione del "Forum internazionale su alimentazione e nutrizione", divenuto uno dei più importanti appuntamenti sui temi della nutrizione e della sostenibilità. Ogni anno al Forum si incontrano esperti, opinion e decision maker internazionali e giovani ricercatori, che animano un confronto basato su evidenze e dati scientifici e orientato a un fine nobile: il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni unite. Il forum si svolgerà negli spazi dell'Hangar Bicocca: l'edizione di quest'anno vedrà al centro le sfide interconnesse legate all'incremento della popolazione e dell'obesità, all'insicurezza alimentare che spinge le persone a migrare e allo spreco di cibo a fronte di un'ampia fetta della popolazione mondiale costretta alla fame: "Serve, mai come prima, una rivoluzione alimentare in grado di mettere il cibo al centro del nostro modo di pensare – afferma Anna Ruggerini, Direttore operativo della Fondazione Barilla center for food and nutrition (Bcfn) – Da New York, insieme allo United nations sustainable development solutions network (Sdsn), abbiamo lanciato la roadmap per trasformare gli attuali sistemi agro-alimentari e i modelli alimentari in chiave sostenibile. Per riuscire nel nostro intento – aggiunge Ruggerini – abbiamo deciso di guardare alla formazione dei leader di domani. Grazie all’intesa col Miur, abbiamo dato vita all’iniziativa di educazione digitale ‘Noi, il cibo ed il nostro Pianeta', che mira ad educare i nuovi cittadini globali tramite un percorso innovativo digitale incentrato sul ruolo del cibo e degli effetti che la sua produzione e consumo hanno su ambiente, salute, società fino al fenomeno migratorio".

Gli eventi e i relatori

Tanti gli eventi in programma nella due giorni (qui l'elenco completo). Da segnalare la presentazione della terza edizione del Food sustainability index, uno strumento che aiuta a identificare i Paesi virtuosi in termini di rapporto col cibo. Quest'anno l'indice si è allargato ad altri 33 Paesi mappati, per arrivare a 67 in totale. Durante il forum sarà anche presentato lo studio "Cibo e Città": un’analisi sul ruolo delle città nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile alla luce del fatto che, entro il 2050, l'80 per cento della popolazione mondiale vivrà nelle città. Tra le sette metropoli prese in esame figura anche Milano: le altre città analizzate sono New York, Rio de Janeiro, Cape Town, Tel Aviv, Seul e Sidney. Durante la due giorni del forum infine verrà presentato il progetto Su-Eatable Life, un'iniziativa triennale finanziata dalla Commissione Europea e che vedrà la Fondazione Barilla capofila. Si tratta di un progetto che mette in relazione le abitudini alimentari, la dieta, con l'impatto ambientale. Mangiare meglio aiuta infatti a ridurre le emissioni di anidride carbonica e l'impronta idrica. Da qui la scelta di intervenire sulle mense aziendali ed universitarie.

Numerosi saranno i relatori che interverranno durante la due giorni che sarà moderata dal corrispondente capo per Channel 4 News Alex Thomson. Tra gli speaker la stessa Ruggerini, la vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo e il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il presidente della Fondazione BCFN Guido Barilla, il segretario generale del ministero della Salute Giuseppe Ruocco e il consigliere speciale del Segretario generale delle Nazioni unite Antonio Guterres sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile Jeffrey Sachs.