Tre ragazzini, due 16enni e una 15enne, hanno rischiato di finire in coma etilico durante una festa organizzata per festeggiare la fine della scuola. L'episodio è accaduto in una discoteca di Piateda, paese della Valtellina in provincia di Sondrio. Come riporta il "Corriere della sera", nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 giugno circa 300 ragazzi, studenti delle scuole superiori, si sono ritrovati in una discoteca del paese per festeggiare, come da tradizione, la fine dell'anno scolastico. Durante i festeggiamenti però alcuni dei giovani presenti si sono lasciati andare, eccedendo con l'alcol. Il risultato sono stati due diversi interventi del personale paramedico dell'Azienda regionale emergenza urgenza. Pochi minuti dopo mezzanotte hanno soccorso una ragazzina di 15 anni, mentre un'ora dopo sono intervenuti nello stesso punto, in via Roma, per prestare soccorso a due ragazzi di 16 anni.

I ragazzini sono stati soccorsi appena in tempo

Tutti e tre i giovani erano finiti per terra privi di sensi a causa dell'abuso di alcol. Sono arrivati a un passo dal coma etilico, ma fortunatamente sono stati soccorsi in tempo: portati all'ospedale di Sondrio, dopo le cure del caso hanno potuto fare ritorno a casa dai loro genitori. Resta adesso da capire se i tre minorenni abbiano bevuto alcolici all'interno del locale, cosa vietata dalla legge, oppure se abbiano bevuto all'esterno, da bottiglie portate da casa o acquistate in giro nel paese. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Sondrio, impegnati da tempo a fronteggiare un problema, l'alcolismo giovanile, che nella Valtellina risulta essere particolarmente marcato. Nella stessa nottata tra venerdì e sabato, difatti, altri giovani si sono recati al pronto soccorso sempre a causa dell'abuso di alcol: le loro condizioni però non erano gravi come quelle degli altri tre ragazzi soccorsi.