Un uomo di 41 anni ha ucciso a coltellate la compagna vicino a una discoteca. L'ennesimo femminicidio è avvenuto all'alba di oggi a Milano, in via Giovanni Pezzotti, quartiere Morivione. La vittima è una donna di 49 anni, una cittadina ecuadoriana. Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, la donna e l'uomo hanno iniziato a litigare nei pressi di una discoteca frequentata da sudamericani, nella quale avevano trascorso la nottata. Al culmine della lite, per motivi ignoti, il 41enne avrebbe sferrato una coltellata al petto alla donna. La segnalazione all'Azienda regionale emergenza urgenza da parte di alcuni cittadini è arrivata poco dopo le 5.30. Sul posto sono intervenute un'ambulanza e un'automedica, oltre ai carabinieri. La donna è stata soccorsa dal personale medico e trasportata in codice rosso all'ospedale San Paolo, dove purtroppo è morta poco dopo il suo ricovero.

I carabinieri hanno individuato e arrestato poco dopo il compagno della donna nei pressi del luogo dove è avvenuto l'accoltellamento mortale, alla periferia sud di Milano. L'arma del delitto è stata trovata e sequestrata a poca distanza dalla vittima. L'omicida è un cittadino dominicano incensurato e regolare, impiegato come magazziniere in una ditta di spedizioni. L'uomo e la donna, che lavorava come portinaia, stavano insieme da qualche mese. Adesso dovranno essere ricostruiti i motivi che hanno portato alla lite tra l'omicida e la sua vittima, l'ennesima donna che ha perso la vita a causa della violenza del proprio compagno. L'uomo è stato portato in caserma, dove sarà ascoltato dal pubblico ministero Gianluca Prisco. "L'ho fatto per gelosia", ha detto Antonio N.M. al pm. Il magistrato ha disposto il fermo per omicidio e l'uomo è stato portato  a San Vittore