È costata cara a una famiglia di Erba, in provincia di Como, una disattenzione nei confronti della loro figlia di due anni. Nel pomeriggio di ieri, sabato 15 febbraio, la bimba, rimasta per un attimo da sola, ha visto alcuni fogli colorati sul tavolo di casa e li ha gettati nel water, tirando lo sciacquone. Peccato però che quei fogli colorati fossero in realtà banconote di grosso taglio: 2.100 euro complessivi che sono stati risucchiati dal water. La vicenda, riportata dal quotidiano "la Provincia" di Como e confermata dai vigili del fuoco, strapperà probabilmente un sorriso a tutti, tranne ai diretti interessati. Quando i genitori si sono accorti di ciò che aveva appena fatto la loro figlia si sono rivolti subito ai vigili del fuoco del distaccamento di Erba. I pompieri, dopo aver verificato che non c'era alcuna traccia delle banconote nel water, hanno setacciato i tombini nei pressi dell'abitazione della famiglia, in via Martiri di Belfiore.

I vigili del fuoco hanno recuperato parte dei soldi gettati nel water

Per fortuna non tutta la grossa somma è andata perduta: alcune banconote da 100 euro sono state recuperate e restituite, bagnate ma comunque utilizzabili, ai legittimi proprietari. In totale i genitori hanno recuperato 900 euro: significa che il gesto della figlia, impossibile da definire marachella considerando l'età, ma piuttosto ascrivibile alle azioni compiute dai piccoli in buona fede, è costato alla famiglia oltre mille euro. Chissà se la "caccia alle banconote" perdute porterà qualche altro risultato, oppure se qualche fortunato troverà prima o poi le banconote in qualche canale di scolo o in un tombino.