I carabinieri hanno ritrovato dopo diciassette anni i dipinti raffiguranti una Via Crucis che erano stati rubati da una suora in un convento di Bolzano nel 2003. Le opere d'arte, quattordici tele, sono state rintracciate in provincia di Mantova dai carabinieri del comando tutela del patrimonio culturale di Monza.

Dipinti rubati da una suora ritrovati dopo 17 anni

I dipinti sono stati trovati dai militari in un circolo filatelico numismatico e hobbistico del Mantovano che li aveva acquistati in un mercato dell'antiquariato in città. Ci è voluto un anno di indagini per risalire alle opere, scomparse nel nulla nel 2003 e che si ritenevano perdute.

Le indagini riprese un anno fa da un annuncio pubblicitario

Un anno fa una traccia aveva rimesso i militari sulla pista giusta. Si trattava di un annuncio pubblicitario su cui era riportata l'immagine dell'intera via Crucis dipinta su olio. Dal sospetto iniziale che si trattasse di opere artistiche rubate in dodici mesi gli investigatori sono arrivati alla certezza e hanno , infatti, le indagini consentivano di risalire al proprietario legittimo, l'ente ecclesiastico "Suore di carità di San Vincenzo De Paoli" di Bolzano.

Uno tra i più celebri casi di ritrovamenti di dipinti rubati in Lombardia è avvenuto nell'estate del 2018. Due dipinti di Renoir e Rubens del valore di circa 26 milioni di euro erano stati trafugati da truffatori che si erano finti ricchi ebrei ortodossi interessati ad acquistare i due dipinti. Un anno dopo il colpo i carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale avevano recuperato le due opere, "La Sacra famiglia" del pittore seicentesco Pieter Paul Rubens e "Le fanciulle sul prato" dell'impressionista Pierre-Auguste Renoir.