L’autogrill nel 1958 (Foto: Urbanfile)
in foto: L’autogrill nel 1958 (Foto: Urbanfile)

Per gli automobilisti di passaggio sull'Autostrada A8 Milano-Varese, l'autostrada dei Laghi, è da oltre 60 anni un punto di riferimento che non si può non riconoscere. Adesso però l'autogrill Villoresi Ovest, la caratteristica "astronave" con gli archi realizzata nel 1958, simbolo del boom economico e degli italiani che si rimettevano in moto, ha cambiato drasticamente volto. La parte che ospita il punto di ristoro, quello che nelle intenzioni del progettista era una sorta di disco volante adagiato sul suolo sotto gli archi, è stato abbattuto nell'ambito di lavori di riqualificazione della piazzola di sosta e rifornimento, decisi dalla società Autogrill. Restano però i tre archi autoportanti che creano una sorta di cupola sopraelevata a una ventina di metri d'altezza, ben visibile da tutti gli automobilisti di passaggio e su cui si issava un tempo la scritta "Pavesi", poi sostituita con quella "Autogrill".

La stazione di servizio nel 1960 finì sulla copertina della rivista Time

Nelle intenzioni del progettista Bianchetti l'area di servizio doveva rappresentare il futuro. E le sue avveniristiche forme in effetti fecero scalpore, finendo nel 1960 addirittura sulla copertina della prestigiosa rivista statunitense Time, che scelse l'autogrill come simboli della modernizzazione e della ripresa economica dell'Italia. Il disco volante che ospitava il bar e il ristorante, con il grande lampadario centrale, secondo la società Autogrill non erano più sufficienti per le moderne esigenze degli automobilisti e degli utilizzatori dell'Autostrada dei Laghi. E così sono iniziati i lavori di ristrutturazione che, rallentati dal lockdown, hanno comportato l'abbattimento della struttura circolare. Non è ancora chiaro come verrà ristrutturata la stazione di servizio: si ipotizza che verrà mantenuto un "dialogo" architettonico con i caratteristici archi e con il "vulcano" realizzato nel 2013 nella dirimpettaia area di servizio Villoresi Est, che non è altro che il rovesciamento della struttura del 1958.