Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha perseguitato per mesi la sua ex compagna con telefonate e messaggi, anche minacciosi, e alla fine è arrivato al punto di partire dalla Campania per presentarsi sotto casa sua in Brianza. Un uomo di 70 anni, originario di Salerno, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di stalking alla sua ex, una donna di 47 anni di origini russe.

Partito da Salerno per perseguitare la ex in Brianza

Nel pomeriggio di sabato, nonostante un divieto di avvicinamento imposto dal Tribunale di Avellino dopo numerose denunce della vittima, l'uomo è partito da Salerno, si è presentato davanti all'abitazione della 47enne a Lissone (Monza e Brianza) e ha iniziato a suonare ripetutamente il citofono. La sua idea era di costringerla a parlare e confrontarsi con lui per l'ennesima volta. Lei però, terrorizzata dopo mesi di persecuzione, non ha ceduto e ha chiamato il 112. I militari di Desio hanno così arrestato il 70enne mentre ancora si trovava sotto casa dell'ex compagna. L'arresto è stato convalidato martedì mattina dal giudice per le indagini preliminari di Monza.

Stalker arrestato a Milano: minacciava di morte la ex compagna

Sono purtroppo numerosi i casi di stalking registrati in Lombardia. Solo un mese fa, un uomo di 52 anni, italiano e con precedenti, è stato arrestato a Milano con l'accusa di atti persecutori nei confronti della donna, sua coetanea. Dopo la fine della loro relazione, che non aveva accettato,  aveva iniziato a tempestarla di chiamate, messaggi, email e minacce, fino ad appostarsi sotto casa sua e pedinarla. Un tormento dovuto al fatto che, dopo tre anni, lei non voleva più stare con lui. L'uomo era arrivato a minacciarla: "Se non mi sposi ti ammazzo".