Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Le mascherine promesse dalla regione Lombardia a partire da oggi non ci sono, almeno in farmacia, così come denunciato da Federfarma in una nota che spiega che tutte le farmacie non hanno ancora ricevuto le 300mila mascherine a loro destinate da distribuire gratuitamente ai cittadini. Si dovrà attendere per questo almeno una settimana: "È un accordo fatto con Federfarma Lombardia. Ma noi non le abbiamo ancora ricevute – ha spiegato  la vicepresidente di Federfarma Michela Bialetti – questo significa che i cittadini devono pazientare qualche giorno, di certo è inutile presentarsi  da lunedì 6 aprile alle nostre farmacie: le mascherine ancora non ci sono".

Le mascherine in farmacia disponibili dalla prossima settimana

Anche il presidente dell’Ordine dei farmacisti di Bergamo Ernesto De Amici ha spiegato che le mascherine in farmacia non ci sono e quelle che arrivano sono poche, insufficienti a coprire le richieste dei cittadini. Mentre la Federazione degli Ordini della Lombardia, Conferservizi e Federfarma Lombardia in una nota congiunta hanno spiegato che le mascherine che il presidente Fontana ha promesso non arriveranno prima di sette giorni: "In relazione alle voci diffuse oggi dell'imminente distribuzione delle mascherine nelle farmacie, si informa che le stesse saranno disponibili in farmacia non prima della prossima settimana".

Obbligatorio proteggere naso e bocca quando si esce

Da ieri la Regione attraverso una ordinanza valida fino al 13 aprile, giorno ultimo di estensione delle misure restrittive varate dal governo per il contenimento della diffusione del coronavirus, ha reso obbligatorio l'utilizzo di mascherine a chiunque esca di casa, o comunque l'utilizzo di una qualsiasi protezione per naso e bocca: "Dovrete, quando potete uscire, coprirvi il volto, la bocca e il naso con qualunque strumento utile ad evitare che voi possiate in qualche modo diffondere il virus se per caso siete portatori", le parole del governatore in un messaggio condiviso su Facebook.

Tre milioni e 300mila mascherine gratis ai lombardi

Poco dopo lo stesso Fontana aveva annunciato che la Protezione Civile della Lombardia avrebbe distribuito in tutto il territorio tre milioni di mascherine "gratuite e accessibili ai punti di distribuzione". Ma delle 300mila mascherine destinate alle farmacie ad oggi non vi è traccia e a quanto pare non ve ne sarà prima di settimana prossima. I cittadini stando a quanto comunicato dalla Regione potranno però trovare in distribuzione a partire da oggi il materiale negli altri punti individuati su tutto il territorio come supermercati, negozi, tabaccherie, banche, posta e in tutti i luoghi dove le persone devono andare, tenendo il volto coperto.

Fontana: Foulard e sciarpe al posto delle mascherine? meglio di niente

"Le mascherine saranno date a chi ne è privo o a determinate categorie di persone fragili che magari il farmacista conosce, ne va anche della responsabilità delle persone – aveva chiarito Fontana – le altre tre milioni di mascherine, invece, sono già state inviate ai 12 capoluoghi di provincia (900 mila a Milano, 249 mila a Varese, 95 mila a Lodi). E la Protezione civile provvederà a portarle in banche, supermercati, tabaccai, uffici postali e negozi di vicinato. Da lunedì 6 aprile inizierà la distribuzione vera e propria". E a chi ha fatto notare che non tutti avranno le mascherine e che molti saranno costretti a usare sciarpe e foulard per coprire bocca e naso ha risposto: "Piuttosto che niente, meglio piuttosto".