Da don Antonio Mazzi a Eugenia Carfora, la preside coraggio di una scuola di Caivano, vicino Napoli, che cerca di strappare i giovanissimi al degrado e alla criminalità. I "campioni del bene" sono stati premiati ieri, giovedì 30 gennaio, a Palazzo Marino, nell'ambito della XIXesima edizione del premio "Il Campione". Si tratta di un appuntamento ormai fisso nel panorama del terzo settore e dell'associazionismo milanese, che va nel solco di quella "Milano col cuore in mano" da sempre attenta alle tematiche della solidarietà.

A ideare la manifestazione è stato Mario Furlan: scrittore, giornalista, docente universitario ma soprattutto fondatore dei City angels, associazione di volontariato che opera ormai da anni a Milano e in altre città d'Italia a sostegno delle persone senza fissa dimora ma anche nell'ambito della sicurezza durante alcuni eventi pubblici. Il premio vanta patrocini importanti: Comune di Milano, Città Metropolitana, Regione Lombardia, Associazione nazionale magistrati, Agenzia delle Entrate, Ordine degli Avvocati, Comunità ebraica di Milano, Rotary Club e Lions club. Quest'anno per la prima volta all'interno della giuria, formata da direttori e giornalisti delle più importante testate italiane, è entrata anche Fanpage.it.

Tra i premiati anche il ragazzo che salvò un bambino precipitato, prendendolo al volo

A don Mazzi, per la sua quarantennale attività a favore del recupero dei tossicodipendenti con le comunità Exodus, è andato il premio "Campione della gente", deciso da decine di migliaia di cittadini tramite un sondaggio tra i clienti e follower delle Coop Lombardia, Piemonte e Liguria. I premi "Il Campione" veri e propri sono stati invece dieci e sono stati assegnati a personalità molto diverse tra loro, accomunate dall'aver fatto del bene per il prossimo e per la comunità. Da Gabriele Nissim, presidente e fondatore di Gariwo, associazione che ha fatto nascere il "Giardino dei giusti" al Monte Stella di Milano, dedicato a tutti i giusti delle nazioni che hanno lottato contro stermini  agli imprenditori Alex Toselli e Antonio Pelosi, "campioni per l'etica": il primo ha introdotto il concetto di Albergo Etico in Italia con il suo hotel ad Asti, il secondo ha fondato l’Albergo Etico a Roma. Si tratta di strutture che danno lavoro a ragazzi disabili e down, offrono cibi "sostenibili" e applicano tariffe più basse degli altri alberghi della stessa categoria. Sul palco è salito anche Angel Micael Vargas Fernandez, ventenne di Casalmaiocco (Lodi) che lo scorso 14 settembre ha salvato la vita a un bimbo di 4 anni che stava precipitando dal balcone di casa, prendendolo al volo: "L'ho fatto istintivamente", ha detto un imbarazzato Angel davanti alla folla che ha riempito la Sala Alessi di Palazzo Marino.

Premiato anche l'ideatore della Piccola biblioteca libera all'Isola

Tra i premiati anche il "campione per lo sport" Igor Trocchia, l'allenatore di calcio giovanile di Pontisola (Bergamo) che ritirò la sua squadra dopo un’offesa razzista a un suo giocatore e venne nominato Cavaliere in Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Mattarella, e il campione per il volontariato Pietro Perelli, velista triestino trapiantato da anni a Milano, che insieme alla moglie Alessandra Cantù organizza la Barcolana, la più grande regata al mondo, nel golfo di Trieste. Alla regata da alcuni anni partecipano anche persone affette da Sclerosi multipla, ricercatori e volontari.

Sono poi stati premiati Riccardo Bosi, educatore professionale e appassionato ciclista che nella sua ciclofficina nel Milanese aiuta persone in condizione di fragilità e migranti, Marco Salamon, ideatore della Piccola biblioteca libera all’Isola, una biblioteca all’aperto e aperta a tutti vicino alla Casa della memoria e Aldo Scaiano, fondatore dei Gatti Spiazzati. Si tratta di persone senza fissa dimora e in difficoltà, che studiano e fanno da guide turistiche speciali per emozionanti tour nella città. Premiati, infine, anche i 23 primari in pensione che a Borgomanero, in provincia di Milano, visitano gratuitamente le persone in difficoltà.

A introdurre la cerimonia, presentata da Jo Squillo e alla quale ha preso parte anche l'arcivescovo di Milano Mario Delpini, sono stati gli assessori comunali Pierfrancesco Maran, Gabriele Rabaiotti e l'assessore regionale Melania Rizzoli. Alla manifestazione hanno preso parte la madrina dei City Angels Daniela Javarone, il presidente onorario Bruno Bella, il segretario del Comitato d’onore, Carmelo Ferraro e i testimonial dei City Angels: Enrico Beruschi, Beppe Carletti, Stefano Chiodaroli, Maurizio Colombi, Alberto Fortis e Rosmy.