CREMONA – Domani, domenica 27 gennaio, è il Giorno della Memoria, la giornata in cui ci si ricorda della barbarie nazista dei campi di concentramento e dei milioni di ebrei vittime dell'Olocausto e quindi della Shoah. A Cremona, alla vigilia della commemorazione, qualcuno ha pensato di disegnare svastiche nere sulle giostrine per i bambini che si trovano all'interno del Parco Sartori, area verde della cittadina lombarda. A rendere noto l'accaduto, su Facebook, postando anche le foto del barbaro atto vandalico, è stato il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti.

"A Parco Sartori qualcuno, in modo meschino come sempre, si è divertito a disegnare svastiche sui giochi dei bambini. È un fatto molto grave. Condanniamo tutti gli imbrattamenti a prescindere dai contenuti: deturpare il bene comune è incivile e stupido. Condanniamo anche questo gesto perché fatto sui beni dedicati ai più piccoli con simboli che rappresentano odio e violenza. I vigili indagheranno, valuteremo – come in altre occasioni – se ci sono gli estremi per denunciare e ripuliremo (qui come in altre parti della città per le quali abbiamo già chiesto parere della Soprintendenza). Cremona e soprattutto i bambini non si meritano questa inciviltà!" ha scritto il sindaco che, sempre sul social network, ha informato la cittadinanza che i tecnici comunali si sono messi subito al lavoro per cancellare i simboli nazisti.