È stato identificato il corpo trovato questa mattina in un cantiere di Crema. Si tratta di Mauro Pamiro, 44 anni, insegnate di informatica e musicista. Il suo cadavere è stato rivenuto attorno alle 8 da alcuni operai in via Mazzolari, nel quartiere Sabbioni, con una ferita alla testa che ha fatto pensare al foro di una proiettile. Arrivati sul posto, i soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Crema, trovato in un cantiere il corpo senza vita dell'insegnante Mauro Pamiro

È in corso il primo esame autoptico e al momento tutte le piste vengono prese in considerazione. Il pubblico ministero titolare delle indagini, Davide Rocco, ha sentito per tre ore la moglie dell'insegnante. Al momento gli inquirenti non escludono alcuna possibilità: quella dell'omicidio è l'ipotesi più accreditata, ma anche suicidio e incidente. Non risulta siano state trovate armi.  Sul luogo del ritrovamento ha lavorato la polizia scientifica per i rilievi del caso.

Insegnava all'Istituto Galilei, era musicista e cantautore

Pamiro insegnava all'Istituto Galilei di Crema, dove aveva partecipato anche agli esami di Stato, posato. Sposato e senza figli, era un musicista e suonava in una band.  Sul proprio sito, Pamiro si definiva un multistrumentista e cantautore. Nei primi anni Novanta ha suonato le tastiere nella rock band d'avanguardia Vedda Tribe, che ha inciso due album. Interessato a molti generi musicali, ha composto musica elettronica per video e installazioni artistiche. Cantava e suonava la chitarra nella band Dherma e nel suo progetto da solista, da un paio di mesi aveva inciso un cd.