Due uomini nel centro di Codogno (immagine di repertorio – AP Photo/Antonio Calanni
in foto: Due uomini nel centro di Codogno (immagine di repertorio – AP Photo/Antonio Calanni

Positivo al coronavirus, uomo di 76 anni di Codogno è uscito dall'ospedale dopo essersi "autodimesso" con l'indicazione di andare a casa e mettersi in quarantena. Invece le forze dell'ordine lo hanno trovato per strada nel centro di un paese del lodigiano. È stato denunciato per epidemia colposa e rischia una pena molto pesante. Un altro episodio analogo si è registrato in provincia di Bergamo.

Coronavirus, esce dall'ospedale e va in paese: denunciato per epidemia colposa

L'anziano era ricoverato perché malato di covid-19. Le autorità sanitarie gli avevano intimato di rispettare l'isolamento nel suo domicilio, ma lui non ha rispettato l'indicazione. Per questo è stato denunciato per "epidemia colposa", reato configurato dall’art. 452 del codice penale in relazione all’art. 438 c.p., di cui deve rispondere chiunque "cagiona per colpa un'epidemia mediante la diffusione di germi patogeni".

Bergamo, positivo a covid-19 fugge dall'ospedale: ricercato in tutta la Valle Brembana

Quello di Codogno è il secondo episodio di questo tipo che si verifica nella giornata di oggi, venerdì 20 marzo. Un altro uomo positivo al Coronavirus è scappato poco prima dell’alba dall’ospedale di San Giovanni Bianco a Bergamo. L'allarme è scattato verso le 4 di questa mattina quando non è stato trovato nella sua camera. Sulle sue tracce si sono messi i carabinieri, i vigili del fuoco e il soccorso alpino con l'obiettivo di riportarlo nel presidio ospedaliero prima che possa infettare altre persone. Le ricerche si stanno concentrando nell’area della Valle Brembana, zona di cui è originario.