(Foto: Anas via Twitter)
in foto: (Foto: Anas via Twitter)

Dopo tre giorni di lavoro si sono conclusi, nel rispetto dei tempi previsti, i lavori per la posa del nuovo cavalcavia di Annone Brianza sulla superstrada Milano – Lecco. Il vecchio ponte era crollato, probabilmente a causa di un carico troppo pesante transitato sullo stesso, il 28 ottobre del 2016. Sotto la struttura era rimasto ucciso il 68enne Claudio Bertini, che al momento del crollo stava transitando sotto al cavalcavia con la sua auto: una tragedia per la quale sono indagate sei persone. Nella notte di ieri, mercoledì 29 maggio, Anas ha concluso le attività di varo del ponte di Annone Brianza, in provincia di Lecco: il nuovo cavalcavia si trova all'altezza del chilometro 41,200 ed è una struttura in acciaio rinforzato a campata unica lunga 44 metri e pesante circa 250 tonnellate.

La superstrada Milano – Lecco ha riaperto oggi all'alba

Per posizionare il cavalcavia un tratto della strada statale 36 "del Lago di Como e dello Spluga", è rimasto chiuso per tre giorni, dalle 21 di lunedì. Tre grosse gru sono state utilizzate per movimentare il grosso blocco di acciaio e posizionarlo sui due grossi piloni che si trovano accanto alla carreggiata. Questa mattina, all'alba, tutta la superstrada è stata finalmente riaperta, con grande sollievo per gli automobilisti che in questi giorni hanno dovuto sopportare disagi dovuti al traffico e alle code. Il cavalcavia resta invece ancora chiuso: serviranno altri 30 giorni circa per ultimare la struttura con la realizzazione della sede stradale e delle piste ciclabili, l'installazione dei lampioni, la posa dei guard rail e infine il collaudo. I lavori per la realizzazione dell'intera opera sono costati circa due milioni di euro.