Potrebbe essere stata un'emorragia interna dovuta alla rottura di un grosso vaso sanguigno a provocare il decesso di Laura Forni, l’insegnante di 41 anni incinta al sesto mese di gravidanza morta, insieme alla bambina che portava in grembo, dopo aver perso i sensi in classe. Sarà l'autopsia, disposta per oggi, a dare una risposta definitiva sulle cause del malore. La tragica vicenda è avvenuta attorno alle 8.15 di lunedì 13 maggio alla scuola media statale J.F. Kennedy di Albavilla, in provincia di Como, sotto gli occhi increduli e spaventati degli studenti, che sono stati i primi a gridare per dare l'allarme.

Le urla degli studenti terrorizzati

Al momento del malore la professoressa di arte si trovava in laboratorio per accogliere i ragazzi della terza D. Non era una delle sue classi, ma in quel momento stava sostituendo una collega assente. Gli studenti hanno poi raccontato che la donna si è inizialmente scusata con loro: "Non sto molto bene, vado in bagno". Un attimo dopo è caduta a terra e in pochi secondi ha perso conoscenza. Le urla hanno fatto accorrere i collaboratori scolastici, che hanno subito chiamato i soccorsi.

Il malore probabilmente dovuto a un'emorragia interna

L'insegnante è stata portata d’urgenza all’ospedale Valduce di Como, dove le sue condizioni sono sembrate disperate. I medici hanno tentato di salvare madre e figlia, ma la situazione era così compromessa che non c'è stato il tempo di stabilizzare il quadro clinico e intervenire. In attesa degli esiti dell'autopsia disposta per oggi, 14 maggio, l'ipotesi del personale sanitario è che a provocare la tragedia sia stata un’emorragia interna. "La professoressa è stata sottoposta a una tac, che avrebbe escluso qualsiasi tipo di danno cerebrale o di malore cardiaco – ha detto alla Provincia di Como il professor Mario Guidotti, primario di neurologia del Valduce – La causa del malore improvviso e del repentino decesso potrebbe essere legata alla rottura di un grosso vaso sanguigno, che le avrebbe provocato una devastante emorragia interna".

Studenti e professori sotto choc

La notizia del tragico epilogo è arrivata alla scuola Kennedy alle 12,30. Straziati e in lacrime i professori e la preside, Silvia Magnaghi, hanno comunicato ai ragazzi quanto avvenuto. "Mai mi ero trovata in circostanze così difficili. Ci ha lasciati una brava persona e un’ottima professoressa", ha commentato la preside. Laura Forni aveva insegnato in diverse scuole della zona, alle medie di Albavilla, Alzate Brianza e Tavernerio. Lascia il marito e un figlio di sei anni.