Una tomba nel cimitero di Mariano Comense, in provincia di Como, è al centro in queste ore di numerose discussioni e addirittura di una mozione in Consiglio comunale. Si tratta della tomba dove riposano le spoglie di Carlo Annoni, scomparso lo scorso aprile a 61 anni. A farla costruire, in uno stile sicuramente eccentrico, è stato il compagno del defunto, Corrado Spenger. I due, entrambi attivisti di Arcigay e in prima linea nella battaglia per i diritti degli omosessuali, hanno vissuto una lunga storia d'amore, durata 36 anni e culminata con l'unione civile celebrata lo scorso novembre dopo l'approvazione della legge Cirinnà. In precedenza, si erano uniti civilmente e poi sposati nel Regno Unito.

Lo scorso 11 aprile Carlo Annoni è morto, lasciando un vuoto incolmabile nel suo compagno. Corrado ha deciso così di ricordarlo: sia istituendo un premio teatrale dedicato al compagno di una vita, sia facendo erigere una tomba che ne rispecchiasse la creatività. E così nel camposanto di Mariano Comense i visitatori si possono imbattere in quello che Corrado ha chiamato "il giardino di Carlo": una sorta di cubo blu e giallo (i colori preferiti da Carlo), che contiene fiori e tante foto a colori dei momenti passati insieme. Un monumento colorato, sicuramente insolito rispetto al contesto ma che non per questo sembra in alcun modo poter offendere coloro che si recano al cimitero.

Forza Italia pronta a presentare una mozione contro la tomba.

Non la pensa però così il capogruppo di Forza Italia nel Consiglio comunale di Mariano Comense, Andrea Bellabio. L'esponente politico azzurro ha annunciato la presentazione di una mozione contro la tomba, giudicata "un pugno in un occhio" e "quasi un insulto verso gli altri defunti e i loro cari che vanno al cimitero". Bellabio ha poi annunciato la volontà di rivedere il regolamento cimiteriale, per far sì che in futuro le tombe rispettino determinati canoni e colori. Non sono mancate naturalmente le reazioni all'iniziativa del capogruppo: "Desidero esprimere a nome mio e di Arcigay Varese massima solidarietà e vicinanza a Corrado per la spiacevole mozione di Forza Italia che vorrebbe revisionare la tomba del suo compagno al cimitero di Mariano Comense", ha detto il presidente di Arcigay Varese Giovanni Boschini, che ha invitato Bellabio a ritirare la mozione. Mentre il direttore di Gay News Franco Grillini ha scritto: "Forza Italia contesta la tomba del compagno di un esponente Arcigay: anche da morti ci rompono i cogli….". Sull'argomento è intervenuto anche Corrado Spanger: "Che la richiesta di proibire il colore azzurro venga dagli azzurri di Forza Italia è assai curioso e alquanto stupido".