in foto: Le bici rubate accatastate sul tetto (fonte: Thesubmarine.it)

Centinaia di biciclette e forse anche qualche moto, probabilmente tutte rubate, sono state scoperte sul tetto di un capannone industriale in disuso in viale Fulvio Testi, tra Milano e Cinisello Balsamo. A comunicare la scoperta è stato Tommaso Sansone sulla rivista online "The submarine", dove sono state pubblicate anche alcune foto aeree del tetto del capannone. La segnalazione alla rivista è arrivata da un informatore anonimo, secondo cui le bici erano state ammassate lì per essere poi rivendute in blocco.

A breve le foto delle bici rubate saranno pubblicate su Facebook.

Dell'episodio sono stati informati gli agenti della polizia locale di Cinisello Balsamo, che hanno provveduto a sequestrare l'area oggetto del ritrovamento, e i loro colleghi di Milano, che a breve dovrebbero pubblicare le foto dei mezzi rubati sulla pagina Facebook "Bici rubate e ritrovate – Polizia locale Milano", come già annunciato. Anche se la foto aerea che ritrae le bici rubate è un po' sgranata, i mezzi accatastati sarebbero diversi: dalle due ruote più economiche a quelle da corsa o da cross, che possono arrivare a costare anche migliaia di euro. I proprietari di bici che hanno subito un furto devono sperare che anche il loro mezzo sia tra quelli ritrovati: potranno accertarlo a breve tenendo d'occhio la pagina citata su Facebook. Resta il mistero di come i ladri siano riusciti a portare sul tetto del capannone le bici rubate senza che nessuno se ne sia mai accorto: via Fulvio Testi è infatti una strada molto trafficata che collega il capoluogo con Cinisello Balsamo e altri comuni della periferia nord, come Sesto San Giovanni.