Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Macabra scoperta a Castel Goffredo, nel Mantovano, dove è stato trovato il cadavere di un uomo deceduto nella propria abitazione durante, presumibilmente, lo scorso gennaio. Il corpo senza vita dell'uomo, C.R., di 77 anni, ha giaciuto per sei mesi nell'appartamento in questione per circa sei mesi prima che ci si accorgesse della tragedia.

Morto in solitudine

Il mancato ritrovamento, ovviamente, è stato condizionato anche dal lungo periodo di lockdown che non ha concesso a nessuno di uscire di casa. Solo questa mattina, venerdì 19 giugno, i vicini hanno notato qualcosa che non andava nel giardino del 77enne. L'erba troppo alta li ha fatti insospettire, lanciando l'allarme. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco che, una volta entrati in casa, hanno trovato il cadavere già decomposto. La procura, ora, chiarirà le cause del decesso. L'uomo non aveva né moglie né figli, ed è morto nella più completa solitudine.

Anziano morto nel fiume Brembo

Il 9 giugno scorso, un uomo di  75 anni è stato trovato morto nel fiume Brembo all'altezza di Berbenno, nella Bergamasca. I vigili del fuoco lo cercavano dal giorno precedente, quando l'anziano scomparve mentre rincasava dopo una passeggiata. Prima di arrivare presso la propria abitazione, fu sorpreso da un temporale, cadendo nel fiume. Il suo cappello era stato trovato infatti sul ponte che attraversa il Brembo, facendo pensare a una caduta accidentale dovuta al maltempo. Forse la pioggia e i violenti temporali hanno provocato l'incidente che è stato fatale al 75enne.