Il corpo senza vita di una giovane donna di circa trent'anni è stato trovato poco prima delle 12 di oggi a Prevalle, in provincia di Brescia. Il cadavere è stato individuato all'interno dell'impianto lavorativo della centrale idroelettrica di via dei Maressi. Sono ancora incerte l'identità della donna e le cause del decesso. I primi rilievi dei militari sembrano non ricondurre a ipotesi delittuose. Potrebbe essersi trattato di un incidente o di un gesto autolesionistico.

Indagano i carabinieri di Brescia, sul posto i vigili del fuoco

La presenza del corpo della donna è stata segnalata con una chiamata al 118 poco attorno alle 11.50 di oggi, giovedì 13 giugno. Sul posto è stata inviata un'automedica, ma i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Allertati anche i vigili del fuoco di Brescia e i carabinieri, che hanno avviato le indagini per provare a ricostruire l'accaduto e risalire all'identità della donna.

Trovato un cadavere carbonizzato alla ex fabbrica Bisider

Sei giorni fa un altro ritrovamento di cadavere a Brescia, all’interno dell’ex Bisider in via Eritrea. Il corpo carbonizzato di un uomo è stato rinvenuto nel primo pomeriggio del 7 giugno. Sconosciuta l’identità della vittima, anche se potrebbe trattarsi di uno dei senzatetto che da anni trovano riparo nello stabilimento in disuso. Il cadavere è stato scoperto dai vigili del fuoco, intervenuti per spegnere un incendio. È quasi certo che la vittima vivesse all'interno della fabbrica abbandonata: già nel 2017 alcuni clochard erano stati salvati da un principio di incendio.