È stato invitato da a Palazzo Chigi dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, Marco Giazzi, l'allenatore protagonista di una vicenda che ha fatto il giro del web in pochissimi giorni. Il giovane coach dell'Amico Basket Carpenedolo under13 durante una gara in casa ha ritirato la propria squadra a causa dei continui insulti rivolti al 14enne arbitro dai genitori presenti sugli spalti. Una vicenda condivisa con un post sul proprio profilo Facebook dallo stesso allenatore al termine di quella gara disputata domenica mattina e poi persona a tavolino proprio a causa della sua scelta.

Giorgetti: È ora di dare un segnale, basta violenza nello sport

Un gesto di ribellione quello del giovane allenatore della squadra bresciana che ha scatenato clamore e approvazione tanto da giungere proprio a Palazzo Chigi. Ad accompagnare Giazzi nella visita ci sarà anche il giovane arbitro vittima degli insulti dei genitori: "Dopo aver letto quest’ennesima storia di inciviltà, ignoranza e violenza da parte di chi dovrebbe educare alla correttezza anche nello sport, ho deciso che è ora di dare un segnale", ha spiegato l'esponente della Lega, con delega allo sport Giorgetti, che ha poi sottolineato come sia necessario dire basta alla violenza nello sport, in qualsiasi sua forma, iniziando con il ritrovare gli elementi primi dello sport che sono gioia, socialità e allegria. "Ho invitato i due protagonisti da me per conoscerli, parlare e stringer loro la mano – ha concluso Giorgetti – sarò dalla loro parte e spero che accettino l’invito"